7 dicembre 2013

Albion di Bianca Marconero

Pubblicato in Recensioni

Albion di Bianca Marconero

Cresciuto senza madre, e dopo aver perduto il fratello maggiore – morto in circostanze misteriose -, nel giorno del funerale dell’amatissimo nonno, Marco Cinquedraghi riceve la notizia che gli cambierà la vita: deve lasciare Roma e partire per la Svizzera. È infatti giunto il momento di iscriversi all’Albion College, la scuola in cui, da sempre, si diplomano i membri della sua famiglia. Ma il blasonato collegio riserva molte sorprese.

 

Il protagonista del libro è Marco Cinquedraghi, il quale già dal cognome lascia presagire mondi incantati. Ma non lasciatevi ingannare: Marco infatti è un ragazzo in carne ed ossa e dovrà combattere più contro sé stesso ed i propri limiti, che contro chissà quale insolito mostro. Marco inizierà da una fine, quella del suo caro nonno, per iniziare qualcosa di nuovo, una nuova avventura.

Marco è solo contro tutti, contro il padre che sembra non capire i suoi reali bisogni, contro gli amici che nel momento del bisogno ti lasciano irrimediabilmente solo e contro la vita, che ingiustamente e misteriosamente gli ha strappato via un fratello. Inizierà a frequentare l’Albion College, la stessa scuola nella quale venne ritrovato il cadavere del fratello, e cercherà in tutti i modi di fare chiarezza in una situazione ancora confusa; studierà a fondo l’ambiente e tutti i suoi nuovi compagni per riuscire ad integrarsi in questa nuova ed enigmatica realtà.

Uno dei sentimenti che prevale all’interno del romanzo è il rancore. Marco non è sereno e non lo sarà mai finché non riuscirà a fare ordine nella sua vita. Solo allora riuscirà a riscoprire i valori importanti della vita: l’amicizia, solida e duratura e l’amore, quello vero ed immortale.

Dovrà combattere contro chi lo vuole far diventare un ragazzo perfetto, pieno di aspettative e compiti da rispettare, in un mondo nel quale il fallimento non può essere mai giustificato. Questo tema è quanto mai attuale: viviamo in una società nella quale essere dei perdenti significa essere emarginati. Ma Marco non si lascerà intimorire ed affronterà le proprie paure, permettendo al suo carattere di emergere e di oltrepassare i propri limiti.

Albion di Bianca Marconero

L’autrice ha creato personaggi dalla forte personalità ed, al di là della trama enigmatica e misteriosa, ho apprezzato molto le tematiche trattate: prima fra tutte la necessità di lottare per realizzare i propri sogni. All’interno del college i ragazzi affrontano non solo lezioni di filologia ma anche duelli di spade, di regolamenti da seguire alla lettera e leggi severe da rispettare. Tutto all’interno di questa scuola si ottiene con il sacrificio ed il sudore. Nulla viene regalato. Questo è uno dei più importanti insegnamenti in assoluto: se desideri qualcosa, conquistala.

Il secondo punto importante, sottolineato dall’autrice, è l’alleanza. L’importanza di avere degli alleati nel proprio percorso è di fondamentale importanza per la buona riuscita dei propri obiettivi. Marco cercherà, all’interno del college, di individuare i punti di forza e di debolezza dei propri nemici e cercherà di trovare una spalla amica che sia in grado di aiutarlo e proteggerlo dagli attacchi esterni. Il formare una squadra è già di per sé un motivo di forza ulteriore; sapere di poter contare su qualcuno rappresenta un sostegno ed una difesa al tempo stesso.

La lettura del romanzo è piacevole, anche per chi non ama le ambientazioni fantasy, in quanto anche all’interno di questi mondi misteriosi è possibile individuare elementi ricollegabili al nostro mondo e quindi insegnamenti e riflessioni utili per ciascun lettore.

Per Marco non sarà semplice trovare la propria strada e dare la giusta svolta al suo destino, ma attraverso i poteri innati e la forza di volontà riuscirà a trionfare. La lettura di Albion di Bianca Marconero è sicuramente avvincente, in quanto ci si immerge in un mondo affascinante, ricco di mistero ed antiche leggende, un ricordo delle imprese di Artù ed i suoi cavalieri. Leggende indimenticabili, per chi si sa concedere ancora il gusto di sognare.

Alessandra Voto© L’angolino di Ale – Riproduzione riservata 

  1. newwhitebear ha detto:

    Interessante fantasy, alquanto atipico.
    Un caro saluto

  2. Pendolante ha detto:

    Come inizio ricorda un po’ il Potter maghetto

  3. luna ha detto:

    Affrontare le proprie paure, questo è il vero coraggio..
    Baci amica!!!
    Luna

  4. mairitombako ha detto:

    interessantissimo post…………….molto
    sereno sabato sera cara

Potrebbero interessarti

Wor(l)ds

Parole e mondi da esplorare

In questa sezione troverai tutte le mie passioni: Viaggi, Lifestyle, Wellness&Beauty, Mamme&Bimbi, scorci di vita da Blogger e molto altro. Condivido qui emozioni ed istantanee di vita. Viaggiamo insieme?

Esplora

Newsletter

Per non perdere il segno :)

Privacy: Acconsento al trattamento dei dati personali

Restiamo in contatto

Ti aspetto sui social

L'angolino delle immagini

Istantanee di vita quotidiana