24 Marzo 2020

Il rifugio di Linda Bertasi. Un amore senza tempo

Un affascinante approfondimento sulle anime gemelle e di fiamma gemella

Pubblicato in WOR(L)DS LIBRI

Il rifugio di Linda Bertasi. Un amore senza tempo

Il rifugio di Linda Bertasi. Un amore senza tempo è un romanzo che ho amato molto, già alla prima pubblicazione (del 2011). L’intreccio di questa lettura è rimasto ben impresso nella mia mente, così come il suo messaggio: c’è sempre qualcosa che va al di là del tempo, ovvero gli affetti, quelli veri, che ci accompagnano nello straordinario viaggio della vita.

Ho apprezzato tutti i romanzi di Linda, tra le sue pagine mi sento sempre “a casa” (suppongo che tra di noi ci sia una fiamma gemella. Di cosa parlo? Vai avanti a leggere!). Ho già parlato di Destino di un amore, Il profumo del sudL’erede di Tahira : ciascuno un viaggio affascinante.

Questo romanzo torna oggi in una nuova veste grafica ed editoriale. Vorrei provare ad approfondire uno degli aspetti più affascinanti di questa lettura: il significato delle anime (quelle gemelle, di fiamma gemella, ecc.) ovvero quegli incontri (non necessariamente amorosi) che scuotono alcune giornate della nostra vita, donandogli un nuovo sapore, una nuova energia.

Proviamo a scoprirne di più dalla voce diretta dell’autrice, che accolgo più che volentieri qui nel mio angolino!

Il rifugio di Linda Bertasi: scopriamo il mondo delle anime gemelle e non solo

Testo a cura di Linda Bertasi

In questo romanzo, tutto ruota attorno ad un argomento complesso, ma estremamente affascinante: quello delle ANIME GEMELLE e di FIAMMA GEMELLA. Chi mi conosce, sa che sono fortemente attratta dal paranormale, dall’ignoto, da tutto ciò che concerne “il mondo dell’invisibile”.

Sarà successo anche a voi di provare una particolare affinità con persone appena conosciute, oppure di ritrovare il sorriso perché una persona a noi sconosciuta, in un giorno grigio, ci ha fatto tornare il buonumore con un gesto o una parola. Queste non sono persone incontrate per caso, ma si dividono in diverse categorie. Vogliamo scoprirle insieme?

Le anime compagne

Le anime compagne sono quegli individui che incontriamo per caso e possono trasformare un giorno dominato dal pessimismo. Può trattarsi di un passante che ci fa sorridere, di due chiacchiere scambiate mentre siamo in una sala d’attesa, o di persone che con una parola, un gesto, ci fanno riflettere su un determinato problema e, improvvisamente, riusciamo a vederne la soluzione.

Le anime gemelle

Le anime gemelle sono quelle persone che, anche se appena conosciute, sentiamo vicine, molto simili a noi. Può trattarsi di un amico, di un incontro casuale ma destinato a continuare e ad approfondirsi nel tempo. Queste sono individui che, nella vita precedente, sono stati sorelle, fratelli, migliori amici, e la sorte ci ha strappato. Quando le incontriamo di nuovo, non facciamo altro che continuare il nostro percorso esattamente dal punto in cui si era interrotto. Ecco il motivo per cui le sentiamo affini, e perché nasce immediatamente un rapporto intenso: per noi non si tratta di estranei.

Le anime di fiamma gemella

Le fiamme gemelle, invece, sono la nostra metà perfetta. È una persona destinata a noi da sempre e per sempre. Si dice che, se non incontriamo la nostra fiamma gemella, siamo destinati a una vita di infelicità, magari potremo trovare comunque l’ottimismo, ma ci sentiremo sempre incompleti, sempre a metà, senza quella piccola parte che ci farebbe sentire completi.

Il rifugio di Linda Bertasi. Un amore senza tempo

Generalmente, si tratta di persone di sesso opposto al nostro e che hanno vissuto un percorso molto simile: entrambi abbiamo frequentato gli stessi luoghi, vissuto quasi le stesse esperienza di vita. Quando si incontrano, accadono strani fenomeni, come sbalzi di luce e pressione, e quando posiamo gli occhi sulla nostra fiamma sentiamo immediatamente che si tratta della nostra metà, quella che stavamo aspettando e che cercavamo.

Un bacio con lei è qualcosa mai provato prima, le emozioni, i sentimenti, le percezioni, nulla è paragonabile in confronto.

Le fiamme, però, hanno un percorso difficile, ostacolato; non è detto che possano stare insieme subito e, spesso, c’è uno dei due che scappa e l’altro che insegue, e viceversa.

Questo perché, a seconda delle nostre esperienze di vita, potremmo non essere consapevoli e non pronti a ritrovare la nostra fiamma; da qui, mancando la consapevolezza, scappiamo per paura.

Anche il vedere numeri doppi come 11:11 può indicare un risveglio spirituale o la percezione che stiamo per ritrovare la nostra fiamma. Qui, il discorso diventa molto complesso. Le nostre anime hanno un percorso particolare da fare, un percorso che è da anni e anni che seguono; per giungere alla consapevolezza estrema, al risveglio spirituale, attraversiamo varie prove, vari step nella vita: possono presentarsi attraverso delusioni amorose, karma da scontare (peccati commessi nelle vite prevedenti), ecc.

Il rifugio di Linda Bertasi. Un amore senza tempo

Per questo, a volte, incontriamo Maestri, i cosiddetti “amori karmici” sono un esempio, da non confondere con le fiamme. Si tratta di rapporti sofferenti ma che ci insegnano qualcosa, quasi necessari per evolvere nel piano spirituale. Man mano che collezioniamo esperienze, la nostra anima sale di livello sino a purificarsi del tutto e giungere al livello sommo o celestiale, sino a portarci a essere pronti ad ascendere al piano divino.

Nulla accade per caso

L’errore che si fa è pensare che tale argomento sconfini nella reincarnazione e che, questa, debba per forza escludere la religione; in realtà, entrambi operano sullo stesso fronte, per lo stesso fine, anche se a livelli differenti; non esiste l’uno senza l’altro.

Nulla accade mai per caso, l'amore non si sceglie, ma ci viene assegnato dal destino Condividi il Tweet

Da qui, l’argomento diverrebbe molto più complesso e prolisso; spero di avervi incuriositi e, in caso lo desideriate, potremmo approfondire ulteriormente l’argomento (col benestare di Alessandra!). E ricordate: “Nulla accade mai per caso, l’amore non si sceglie, ma ci viene assegnato dal destino”.

Potrebbero interessarti