17 maggio 2018

La lista per preparare la valigia per il parto

Cosa portare in ospedale per mamma e bimbo. Scarica la tua checklist!

Pubblicato in WOR(L)DS Mamme & Bimbi OFF TOPIC & FREEBIES

Quando ci si avvicina alla famosa DPP (“data presunta parto”), un mix di emozioni prendono il sopravvento, com’è giusto che sia. C’è però un’incombenza dalla quale non si può sfuggire: la borsa per l’ospedale! Quando prepararla? Cosa portare? Per agevolarti la vita ho voluto creare una lista per preparare la valigia per il parto.

La lista per preparare la valigia per il parto

Una checklist semplice con le cose essenziali da controllare nel momento in cui ci accingiamo a inserire le varie cosine nella borsa, anzi nelle borse. Già, perché sarebbe opportuno preparare due borse: una piccola, con l’indispensabile per la sala parto e la valigia più “consistente” per i giorni di degenza (più “consistente” non significa che dobbiamo portarci dietro il valigione per stare via sei mesi: non stiamo andando in vacanza e nemmeno a fare il giro del Mondo!).

Quando prepararla?

La prima domanda in genere è: quando devo prepararla? Non esiste una risposta univoca. Consigliano di prepararla già attorno al settimo mese, ma ciascuna di noi ha il proprio carattere, i propri impegni, ecc. C’è chi la prepara in super-anticipo e chi si riduce all’ultimo secondo. Diciamo che, non appena hai tutto pronto, lavato e stirato, sarebbe opportuno mettere già tutto nelle borse, più che altro per togliersi il pensiero (almeno da questo punto di vista, diciamo, “logistico”!).

Cosa mettere nella valigia per il parto?

Partendo dal presupposto che ciascuna di noi può inserire in valigia ciò che desidera, ci sono, secondo la mia esperienza, alcuni oggetti che tendiamo a dimenticare facilmente. Per questo vorrei fare con te una veloce carrellata di ciò che andrebbe inserito nella tua borsa. Ricordati di scaricare (e stampare) la checklist che trovi alla fine di questo articolo!

La lista per preparare la valigia per il parto

Per la sala parto

Durante il travaglio non avrai bisogno di molte cose (se non di tanta forza e concentrazione, che naturalmente possiamo trovare solo in noi stesse). Tra le cose essenziali direi che non possiamo dimenticare:

  • la camicia per il parto: opta per qualcosa di super comodo e preferibilmente aperto sul davanti. Può andare bene anche una maglietta fresca e comoda che ti lasci libertà di movimento.
  • 1 cambio completo per il bimbo: 1 body + 1 tutina + 1 paio di calzine + 1 cuffietta di cotone per la testa + 1 paio di guantini (o anche un secondo paio di calzine da usare per le mani, perché spesso i bimbi nascono già con le unghie lunghe. In questo modo evitiamo che il bimbo possa graffiarsi e allo stesso tempo teniamo al caldo le manine) 
  • 1 cambio completo per la mamma:  1 camicia da notte da usare dopo la doccia/dopo il parto + assorbenti post-parto + mutanda a rete post-parto + 1 paio di infradito (utili anche per fare la doccia)
  • 1 copertina e 1 asciugamano per il bimbo
  • altro: salviette umide rinfrescanti o spray termale; snack o succo di frutta; bottiglia di acqua piccola (un paio, così una la diamo al papà!)

Mi avevano consigliato… Durante il corso pre-parto mi avevano consigliato di portare anche un coprispalle e una maglietta di ricambio per il papà, ma io non ho portato nessuno dei due: il primo non mi sarebbe servito perché in quel momento avevo tutto tranne che freddo! La maglietta per il papà idem, perché gli hanno dato un camice per la sala parto e quindi non c’è stato bisogno di un ulteriore cambio. Molte amano portare anche della musica, per ritrovare tranquillità e dare un “ritmo” a quei momenti, per provare a distrarre la mente con la propria playlist preferita (io ho optato per una playlist mentale…nel senso che mi è venuta in mente una canzone e continuavo a canticchiarmela, come un mantra!).

Tips… Ciascun cambio del bimbo deve essere inserito in un sacchettino personalizzato sul quale dobbiamo apporre un’etichetta con nome/cognome del bimbo e nome/cognome della mamma. Io ho utilizzato quelli Ikea, ma puoi trovarli anche al supermercato o su Amazon. Non è obbligatorio, ma è utile fare la stessa cosa anche con i tuoi cambi (senza nome e cognome) giusto per avere i vari cambi separati.

La lista per preparare la valigia per il parto

Per la mamma

Non sappiamo di preciso quanti saranno i giorni di degenza in ospedale (in genere sono un paio per il parto naturale e qualcuno in più per il parto cesareo), quindi la soluzione migliore è portare, per sicurezza, un cambio in più (oppure prepararlo già a casa, affinché il papà posso facilmente individuarlo e portarcelo in caso di necessità!). Da portare sicuramente:

  • 4-5 camicie da notte: meglio se adatte all’allattamento (quindi con la classica “finestrella” sul davanti). 
  • 3-4 reggiseni comodi/ da allattamento
  • 1 vestaglia o coprispalle
  • 1 paio di pantofole e/o infradito
  • almeno 5-6 mutande post-parto (quelle di rete usa e getta)
  • 1 pacco assorbenti post-parto di cotone
  • asciugamani (grande per la doccia, medio per viso e mani, piccolo per bidet)
  • Beauty contenente: dentifricio/spazzolino/deodorante/spazzola/bagnoschiuma/detergente intimo specifico post-parto/ crema lenitiva per capezzoli (ti consiglio la Purelan di Medela) / spray termale (ottimo quello di Avène) potrai usarlo per il viso o le gambe affaticate

Mi avevano consigliato… In genere consigliano di portare anche le coppette assorbilatte anche se non sempre la montata lattea arriva immediatamente dopo il parto, potrebbe essere necessario attendere un po’ (per sicurezza portane qualcuna). 

Tips… Per tenere tutto in ordine sono molto comodi i set organizzatori da viaggio di varie misure, in modo da non avere tutto sparso in giro per la valigia e riuscire a trovare più velocemente le cose che ti servono (io li ho presi per pochi euro su Amazon, ma li trovi anche da Ikea). Tra l’altro io li ho lavati anche in lavatrice e quindi sono anche comodi da igienizzare, una volta tornata a casa dall’ospedale.

La lista per preparare la valigia per il parto

Per il bebè 

Anche per il piccolino/piccolina in arrivo vale lo stesso discorso del kit-mamma: un cambio in più non fa mai male (considerando che i bimbi piccoli tendono a sporcarsi alla velocità della luce). Io ti consiglio di portare:

  • 5-6 cambi completi: quindi 5-6 sacchettini personalizzati contenenti ciascuno: 1 body + 1 tutina + 1 calzine (per i primi due giorni inserire anche la cuffietta per la testa e 1 paio di calzine in più per le manine).
  • 2 cappellini / cuffiette per la testa
  • 2-3 bavaglini di cotone morbido
  • 1 golfino oppure giubbetto o copertina calda per l’uscita (in base alla stagione)
  • pannolini bimbo: in molti ospedali li forniscono per tutto il periodo di degenza (informati presso l’ospedale dove pensi di partorire e richiedi la lista specifica per quella struttura)
  • 1 copertina e 1 asciugamano 

Altro

Volendo potremmo portarci dietro anche tutta la casa, ma considera che gli armadietti della gran parte degli ospedali italiani non sono così capienti da contenere tutto. Quindi concentriamoci su quello che davvero ci servirà durante quei pochi giorni in ospedale. C’è chi si porta dietro tutto l’arsenale di trucchi, la piastra per capelli e dozzine di libri da leggere. Porta ciò che ti fa stare bene e che possa farti svagare, ma personalmente ti consiglio di ridurre tutto all’essenziale (non avrai molto tempo o voglia di truccarti perfettamente, farti la piega o leggere librerie intere! Piuttosto, se non sei troppo stanca, goditi il tuo piccolino e iniziate a conoscervi!).

La lista per preparare la valigia per il parto

Da ricordare

Inserire i vari cambi in base alle stagioni, ma ricordarsi ad esempio che, per quanto possa fare caldo fuori, all’interno degli ospedali in genere c’è l’aria condizionata. Quindi ricordarti di inserire sempre qualcosa per coprirti le spalle. Inoltre i bimbi appena nati necessitano di calore (in quanto passano da una temperatura di circa 37°, quella del nostro corpo, alla temperatura esterna che sarà certamente inferiore). Anche se il tuo bimbo nascerà in piena estate, scegli tutine di cotone, ma manica e gamba lunga. Avrai tutto il tempo, quando uscirai dall’ospedale, per mettergli quei deliziosi pagliaccetti corti che gli hai comprato!

Mi raccomando non dimenticare:

  • i documenti e la tua agenda della gravidanza (con le varie analisi, ecografie, report dei controlli mensili, ecc.)
  • caricabatterie del telefono
  • il seggiolino auto con base omologata (meglio se Isofix), affinché il trasporto ospedale-casa (e tutti i tuoi futuri viaggi in auto, anche quelli brevissimi) siano sicuri
  • carta igienica / posate usa e getta / fazzolettini di carta / acqua

Scarica ora la tua checklist!

Per provare a non dimenticare nulla a casa, ho preparato una checklist da stampare per spuntare le varie voci, man mano che le inserirai nella valigia. Scaricala subito gratuitamente e condividi questo post (potrà essere utile per qualche amica-panciona alle prese con i tuoi stessi problemi!).

La lista per preparare la valigia per il parto

Se ti fa piacere condividi un tuo scatto su Instagram (e taggami, sarò felice di ripostarlo nelle mie Stories) e iscriviti alla mia Newsletter (in futuro vorrei creare una gallery di contenuti free printables riservata ai miei iscritti!)

Fammi sapere se ho dimenticato qualcosa nella lista e se ti sarà utile nella preparazione della valigia più difficile, ma più bella che tu possa preparare!

Alessandra Voto

© L’angolino di Ale – Riproduzione riservata 

Potrebbero interessarti

Seguimi su instagram