18 aprile 2019

Quando mi sposto, lo faccio in sicurezza

Pubblicato in WOR(L)DS LIFESTYLE

Quando mi sposto, lo faccio in sicurezza

Vivere in movimento fa bene. Spostarsi in modo sicuro è la soluzione migliore per unire il piacere di un piccolo (o grande) viaggio, alla voglia di sentirsi sicuri senza dover rinunciare a nulla.

Quando facevo la “vita da pendolare” ero costretta ad una combinazione di più mezzi (macchina+treno+metro) per raggiungere il mio posto di lavoro. E, a volte, la “urban life” di una città metropolitana come Milano può davvero metterti a dura prova, se non sai come muoverti senza perdite di tempo e (riducendo al minimo lo) stress.

Spostarsi in sicurezza: per me, per chi amo, per l’ambiente

Non amo molto guidare, preferisco mettermi accanto al guidatore e lasciarmi trasportare, godendomi il paesaggio. Ma non sempre si può e per questo ho optato per una soluzione “mista” (a piedi, in bici o in auto) in modo da venire incontro alle esigenze della mia personalità (lontana dal voler stare sempre al volante) e, al tempo stesso, funzionale e con il minor impatto ambientale possibile (per questo ho scelto una macchina ibrida).

Da quando sono diventata mamma, l’esigenza di sentirmi sicura (e tenere al sicuro anche i miei figli) su ogni mezzo è diventata davvero la mia priorità.

Una combinazione di quattro ruote o… solo due!

Da quando ho avviato la mia attività da freelance e lavoro da casa fare qualche passeggiata fuori è davvero un toccasana per corpo e mente. E vivendo ad Arona, un bel borgo sul Lago Maggiore, è anche piacevole stare all’aria aperta. La bellezza di potersi fermare a godersi un particolare, un dettaglio ai bordi della strada è impagabile.

Quando mi sposto, lo faccio in sicurezza

Sto rivalutando moltissimo, infatti, l’utilizzo della bicicletta: a lungo lasciata “parcheggiata” in cantina, ora è stata adeguatamente rispolverata e pronta all’uso.

Per esigenze famigliari, la combo “automobile+bici” è diventata la mia routine.

Nella bella stagione, uscire a pedalare è davvero divertente! In questo modo posso unire l’utile al dilettevole: faccio movimento (il che non può che farmi bene), risparmio benzina, non inquino e mio figlio Michael può divertirsi in libertà con la sua nuova bici. Ma sento l’esigenza di sentirmi sicura anche quando mi sposto sulle due ruote e per questo cerco soluzioni che possano aiutarmi in tal senso (attrezzatura adeguata, revisione costante delle bici, casco di protezione e una soluzione di assicurazione personalizzata per proteggere i nostri spostamenti).

Quando mi sposto sui mezzi, invece, cerco di prediligere sempre quelli sostenibili, che possano arrecare il minor danno possibile all’ambiente (da quando sono diventata mamma, il fatto di lasciare ai miei figli un “mondo più pulito” mi preme ancora di più).

Quindi via libera alle pedalate o ai viaggi in treno, quando un weekend fuori porta diventa una boccata di ossigeno!

Quando mi sposto, lo faccio in sicurezza

In sicurezza, su ogni mezzo

Difficilmente ci spostiamo con un solo mezzo, ormai è diventata consuetudine spostarsi con l’ausilio di diversi trasporti. Per questo non è più sufficiente la sola assicurazione della macchina per sentirsi sicuri in mezzo alla strada.

Un’idea interessante è quella di Generali, la quale ha ideato un’assicurazione Immagina Strade Nuove che va oltre il classico concetto di copertura assicurativa, contemplando varie opzioni che coprono l’intera esperienza di mobilità, qualsiasi sia la tua scelta di trasporto (auto,metro, treno, bici o autobus).

Questo concetto di mobilità allargata è la soluzione migliore per muoversi in sicurezza, sempre, su ogni mezzo.

Libera di muovermi su strade nuove

Accolgo con fiducia quel “vivi e vai” (proposto da Generali Italia per il nuovo paradigma di spostamento di mobilità allargata), perché è un inno alla libertà, alla possibilità di cambiarecoltivare un modo di pensare nuovo: fatto di consapevolezza e rispetto per il mondo in cui viviamo.

Insomma, quando mi sposto, lo faccio in sicurezza e dovremmo farlo tutti. È così piacevole uscire e passeggiare/viaggiare/pedalare senza pensieri, non è così?

Post in collaborazione con Generali Italia S.p.A –  L’opinione espressa è frutto della mia onestà intellettuale, in totale libertà, sincerità e autonomia di giudizio
Progetto #immaginastradenuove
Foto stock, testi e materiale grafico di Alessandra Voto

Alessandra Voto

© L’angolino di Ale – Riproduzione riservata 

Potrebbero interessarti

Seguimi su instagram