4 marzo 2019

Un (veloce) ripasso sulle 10 mosse per un sorriso sano

Pubblicato in WOR(L)DS WELLNESS & BEAUTY LIFESTYLE

Un (veloce) ripasso sulle 10 mosse per un sorriso sanoLe buone abitudini quotidiane, quelle che ci aiutano a mantenere un sorriso sano, le conosciamo ormai tutti, ma è così facile dimenticarsene. Sei sempre di corsa, in continuo movimento, con milioni di compiti da depennare dalla (infinita) to-do-list. Sei spesso fuori casa, magari mangi di corsa e l’igiene orale è frettolosa, esattamente come tutto il resto.

Avere dei denti sani non è utile solo per un discorso alimentare e sociale, ma ricopre anche un valore prettamente emotivo. Sorridere fa benissimo, lo confermano diverse ricerche scientifiche. Fa bene al corpo, alla mente e allo spirito. Ci aiuta ad affrontare le nostre giornate con un mindset diverso e ci predispone ad osare e ad affrontare positivamente il cambiamento.

Credo quindi sia utile fare un piccolo ripasso degli “step base” per avere un sorriso bello e sano.

Le 10 mosse per un sorriso sano

  1. Scegliere il dentifricio giusto: in commercio ne troviamo migliaia, di tutti i tipi e tutti i gusti. Sarebbe utile iniziare a leggere le etichette, cercando di prediligere quelli con ingredienti naturali (più delicati e sani per il nostro cavo orale). È consigliabile anche variare la qualità del dentifricio, ma senza esagerare (2 tipi l’anno, da alternare ciclicamente, può andare più che bene).
  2. Usare il filo interdentale almeno 1 volta al giorno: non c’è nulla da fare, puoi usare tutti gli strumenti che vuoi, ma nulla rimuove la placca e residui di cibo negli spazi interdentali come il filo. Lo so, è un duro lavoro, ma per un bel sorriso, bisogna farlo!
  3. Un (veloce) ripasso sulle 10 mosse per un sorriso sanoSciacqui con il collutorio per almeno 30 secondi: scegliamo quello adatto a noi e teniamolo in bocca effettuando gli sciacqui per almeno 30 secondi (gli studi dimostrano che questo è il tempo minimo per far sì che i principi attivi inizino ad agire sul dente). 
  4. Fare controlli periodici: solo un dentista può valutare davvero lo stato della nostra bocca, quindi è assolutamente indispensabile andare a trovarlo periodicamente (e non solo quando ne abbiamo l’assoluta necessità).
  5. Scegliere uno spazzolino adatto: il manuale è più comodo da portare in giro (ad esempio se a pranzo laviamo i denti in ufficio), ma, in generale, sarebbe utile preferire uno spazzolino elettrico, in quanto rimuove più placca. Philips, ad esempio, propone una gamma di spazzolini elettrici per tutta la famiglia. Grazie al timer è possibile tenere traccia del tempo di spazzolamento (utilissimo il timer a intervalli per capire quando è ora di spostarsi in un altro quadrante della bocca) e le 5 modalità di pulizia permettono di regolare velocità e tipologia di spazzolamento, in base alle nostre esigenze. Uno spazzolino elettrico di questo tipo rimuove fino a 7 volte più placca rispetto ad una manuale.
  6. Seduta di igiene orale: va fatta almeno 1 volta all’anno (se è possibile anche ogni sei mesi) e permette di effettuare una pulizia profonda per rimuovere placca, tartaro e controllare lo stato delle gengive. In genere, durante la seduta di igiene dentale, vengono offerti dei “reminder” sulle modalità corrette di spazzolamento, di utilizzo del filo interdentale, ecc.
  7. Non esercitare troppa pressione sulle gengive: premere troppo le setole dello spazzolino non servirà a lavare meglio i denti, bensì solo a “stressare” inutilmente le nostre gengive provocando sanguinamenti o problematiche più importanti  legate a un errato spazzolamento (retrazione gengivale, ecc.).
  8. Spazzolare anche la lingua: il 90% di noi se ne dimentica sempre, ma anche sulla lingua si depositano residui di cibo e saliva che, circolando nella bocca, vanno a depositarsi sulla superficie dei denti, dando vita a una proliferazione di batteri, causando la placca, ecc. Dare quindi una veloce spazzolata anche alla lingua, potremo rimuovere i residui e avere una bocca più “pulita”.
  9. Auto-controllo con specchietto: in commercio esistono degli specchietti circolari (simili a quelli usati dal dentista) molto utili per effettuare un controllo frequente nella nostra bocca. Imparare a conoscere il proprio corpo è importante e solo noi possiamo essere i primi “medici” di noi stessi. Ovviamente qualsiasi dubbio deve essere rivolto ad un professionista, il quale potrà andare a fondo nella verifica e provvedere tempestivamente per risolvere eventuali problemi.
  10. Evitare cibi acidi o troppo zuccherati: qualsiasi cibo o bevanda deve essere “lavata via” dalla bocca con spazzolino e dentifricio. Ma ci sono dei cibi/bevande che tendono a danneggiare (se utilizzati assiduamente) la superficie dei denti. Tra questi troviamo sicuramente le bevande gassate, agrumi, caramelle gommose, alimenti carichi di zuccheri. È opportuno ridurre il loro consumo, in quanto considerati maggiormente cariogeni, e provvedere appena possibile a lavare i denti.

Come dice il mio dentista, non serve avere tutti i denti perfettamente allineati e super sbiancati per avere un sorriso smagliante. L’importante è che nella bocca regni armonia e che questa armonia si rifletta all’esterno e dentro di noi. Sposo appieno la sua teoria.

L’importante è che nella bocca regni armonia e che questa si rifletta dentro e fuori di noi

 

EXTRA TIPS

Un paio di consigli extra:

  • pastiglie rivelatrici: si trovano in farmacia e sono molto efficaci per verificare se stiamo effettuando una pulizia orale efficace o se dobbiamo migliorarla (in generale, in tutta la bocca oppure in alcune zone che tendiamo a trascurare). Non è una cosa da fare tutti i giorni (anche perché queste pastiglie colorano, seppur in maniera temporanea, tutta la bocca), ma saltuariamente è utile, per capire in quale zona dobbiamo concentrarci di più nella pulizia quotidiana.
  • cambiare testina e/o spazzolino ogni 3 mesi: lo sappiamo già tutti, certo, ma puntualmente ce ne dimentichiamo. Per questo è indispensabile metterlo in agenda o scadenziarlo su Google Calendar o su qualsiasi altro dispositivo o App dove teniamo nota dei nostri appuntamenti.

E tu?

Quali sono i tuoi rituali quotidiani per mantenere bello il tuo sorriso? Hai qualche consiglio da condividere?

Post in collaborazione con Philips –  L’opinione espressa è frutto della mia onestà intellettuale, in totale libertà, sincerità e autonomia di giudizio
Progetto #spazzolinielettrici
Foto stock, testi e materiale grafico di Alessandra Voto

Alessandra Voto

© L’angolino di Ale – Riproduzione riservata 

Potrebbero interessarti

Seguimi su instagram